Login      FOLLOW US ON follow on Facebook follow on Twitter follow on Pinterest follow on Tumblr follow on Google Plus

Roma: Luoghi e Monumenti

Vai a : ROMA ANTICA | ROMA MEDIEVALE | ROMA RINASCIMENTALE | ROMA BAROCCA | ROMA MODERNA
Roma antica

Tempio di Apollo Sosiano

Nel 433 a.C. una terribile pestilenza colpì Roma; il Senato ed il popolo di Roma tentarono ogni cosa per placare gli Dei ma il flagello sembrava inarrestabile almeno fino a quando il Senato votò la costruzione di un Tempio da dedicare ad Apollo nella sua veste di Medicus, cioè di divinità che allontana le malattie ...

Continua »


Tempio di Vespasiano e Tito

Quando Vespasiano morì nel 79 d.C., suo figlio Tito molto pragmatico e dotato di lungimiranza politica volle rendere chiaro al popolo di Roma che una nuova dinastia aveva nelle sue mani il destino di Roma. Titò emulò Ottaviano; come il princeps aveva voluto costruire un tempio dove i romani potevano onorare Giulio Cesare l'iniziatore della dinastia, così lui volle edificare un tempio al fondatore della dinastia Flavia, suo padre. Il Senato aveva decretato la natura divina di Vespasiano con il senato consultus e nel 79 d.C. Tito iniziò la costruzione del tempio dedicato al Divo Vespasiano ...

Continua »


Ludus Dacicus

Nelle campagne militari condotte da Roma a partire dal I sec. a.C.. per la salvaguardia del confini nord-orientali le legioni romane si confrontarono con i Daci, nome con il quale si indicavano le popolazioni stanziate a nord del basso e medio corso del Danubio che in realtà avevano assorbito l'antica popolazione dei Geti e assimilato anche gli Iazigi, i Buri. i Sarmati e per ultimi i Bastarni, una popolazione quindi mista con origini celtiche, germaniche e sarmate ...

Continua »


Tesori della villa di Ulpiano

Gneo Domizio Ulpiano fu il giureconsulto a cui toccò di riordinare il caos normativo che si era instaurato a Roma dopo il breve e inconsulto regno di Elagabalo. In questo campo fu il mentore del successore Alessandro Severo e ridefinì molte norme del diritto amministrativo e civile tutelando in modo deciso le prerogative del Senato che gli fu molto grato e lo nominò prima prefetto dell’Annona e poi Prefetto del Pretorio. Questi successi gli portarono molti nemici ma anche molta ricchezza e con le sue notevoli disponibilità Ulpiano si fece costruire una bellissima villa sul mare a nord di Roma vicino al porto di Punicus, ove oggi sorge la cittadina di Santa Marinella ...

Continua »


Le Piramidi gemelle

Sotto le chiese gemelle di Santa Maria dei Miracoli e Santa Maria in Montesanto che si trovano all’imbocco di Via del Corso nel I secolo a.C. sorgevano due piramidi gemelle. Le costruzione delle due chiese quasi gemelle fu decisa nel 1657 e come fondazioni furono utilizzate la basi delle due piramidi troncate della parte cuspidale. La conferma della loro esistenza è stata data da rilievi in occasione di recenti lavori di restaurazione delle due chiese; questi due sepolcri dovevano risalire all'età augustea ed erano posti a mo' di ingresso monumentale al Campo Marzio, proprio la funzione che hanno oggi le due chiese ...

Continua »


Via Flaminia

L’importanza che i romani hanno assegnato alle vie nasce probabilmente dall’essere stato un popolo nato dall'unione di genti diverse, di aver costruito la loro città nel posto da cui passavano i traffici degli uomini; mai nessun popolo come loro ha costruito strade senza farsi fermare dagli ostacoli naturali, costruendo ponti sui fiumi e per unire i burroni, scavando gallerie per superare i monti e tagliando le rocce. Una strada in particolare richiese ai romani di mettere in pratica tutte le loro conoscenze per essere costruita: la via Flaminia. Fu la prima strada romana a dirigersi verso Nord, con le sue oltre 200 miglia romane attraversava tutto il territorio dell’attuale Umbria per raggiungere a Fanum Fortunae (Fano) e a Ariminium (Rimini)sul mare Adriatico ...

Continua »


Tempio del Divo Claudio

Il Tempio che Agrippina fece costruire per l'imperatore Claudio, divinizzato dopo la morte, può essere considerato uno dei monumenti più misteriosi dell’antica Roma; ancora nel XVIII secolo gli studiosi non erano riusciti a capire bene quale fosse la sua posizione sul Celio e fu identificato in altri edifici ritenendo ad esempio che sulle sue rovine fosse stata edificata la Chiesa di Santo Stefano Rotondo ...

Continua »


Horrea Agrippiana

Il Vicus Tuscus, dove si erano insediati le popolazioni provenienti dalla Tuscia in prevalenza di origine etrusca, era la strada che metteva in comunicazione ...

Continua »


Hortis Servilianis

Il primo a costruire un hortus fu Lucullo: era bellissimo e dalle colline scendeva verso il Campo Marzio. Tutte le famiglie importanti avevano li loro hortus ...

Continua »


Ludus Matutinus

Nei pressi del Colosseo, l'imperatore Domiziano fece costruire i Ludus Gladiatores. Il termine ludus viene usato nella lingua latina per indicare ...

Continua »


Sacellum Cloacinae

La leggenda racconta che i romani ed i sabini dopo la battaglia del Lacus Curtius decisero di unire i due popoli e, deposte le armi, si purificarono con ramoscelli ...

Continua »


Teatro Marcello

Il teatro Marcello è forse il più antico teatro di cui è visibile l'architettura. La sua costruzione fu iniziata da Cesare ma terminata da Augusto nell’11 a.C. ...

Continua »


Tempio degli Dei Consenti

Il Porticus Deorum Consentium era un santuario la cui costruzione sembra risalisse al IV-III secolo a.C. ed era il luogo dove avveniva un rito ...

Continua »


Tempio di Giove Ottimo Massimo

Il tempio più importante di Roma si trovava sul Colle Capitolino, era dedicato a Giove Ottimo Massimo e Giunone e Minerva, ovvero la Triade Capitolina ...

Continua »


Horrea Lolliana

Nel I sec. a.C. Marcus Lollius Palicanus, appartenente alla fazione di Pompeo, fece edificare nei pressi degli Horrea Galbana un nuovo edificio adibito ...

Continua »


Il bosco di Anna Perenna al Parco della Musica

Al primo miglio della Via Flaminia si trovava il bosco consacrato ad Anna Perenna; fuori della porta Flaminia si stendevano le grandi aziende agricole ...

Continua »


Complesso di Via Arcione

Nel III sec. a.C. Roma con 187.000 abitanti era già la città più popolata del mondo antico e lo sarebbe rimasta fino al 455 quando fu saccheggiata dai ...

Continua »


Arco di Druso

L’Arco di Druso, posto immediatamente prima della Porta S. Sebastiano, è in realtà una delle arcate dell’acquedotto Antoniniano - nel punto in cui ...

Continua »


Arco di Giano

Nell’architettura romana l’arco quadrifonte è l’elemento che simboleggia il passaggio, il transito non solo dal dentro al fuori, ma anche il contrario ...

Continua »


Arco di Malborghetto

Nel IV secolo d.C., all’incrocio della Via Flaminia con la Via, oggi non più esistente, che collegava Capena con Veio, fu eretto l'arco quasi ...

Continua »


L’arco di Tito

L’arco di Tito è uno dei due archi del Foro Romano ancora integro. L’altro è di Settimio Severo ed insieme a quello di Costantino e quello di Gallieno ...

Continua »


"Domus Augusti" la casa di Augusto

Ottaviano scelse di stabilire la sua residenza di princeps inter pares sul Palatino, semplicemente perché aveva sempre abitato sul colle ...

Continua »


Castra Peregrina

L’organizzazione dell’Impero da parte di Augusto comportò anche la creazione di organismi a cui affidò lo svolgimento di compiti fino a quel momento attribuiti ...

Continua »


Tempio di Ercole Vincitore

Il tempio è il più antico edificio in marmo ancora esistente a Roma e risale al 120 a.C.; si trova nella zona dell’antico Foro Boario dove si teneva il mercato ...

Continua »


Euripo il canale di Agrippa

Dallo Stagno di Agrippa un canale artificiale attraversava il Campo Marzio convogliando le acque in eccesso verso il Tevere. L’Euripo, costruito ...

Continua »


Foro Boario

Tra le pendici del Capitolium e del Aventinus si apriva una vasta area pianeggiante che era il primo approdo di chi risalendo il Tevere intendeva ...

Continua »


Insula Sertoriana praedia Auria Cyriacetis

Le insule potevano essere identificate con il nome dei loro proprietari, così come per l’Insula Volusiana che prese il nome da Lucio Volusio Saurnino ...

Continua »


Insula Volusiana

Durante lavori di sistemazione dell’area sacra di S. Omobono in Foro Boario venne rinvenuto un cippo contenente un’epigrafe che fornisce delle ...

Continua »


Templum Lares Permarini

I Lares Permarini erano i protettori della navigazione ed al loro culto fu dedicato il cosidetto Tempio D dell’area sacra di Largo Argentina; a loro era ...

Continua »


Miliarium Aureum

Il Miliario Aureo (Pietra miliare aurea) era una colonna di marmo rivestita di bronzo dorato, sul bronzo erano riportate le distanze da Roma alle più grandi ...

Continua »


La Basilica Neopitagorica di Porta Maggiore

Nel 1917 si verificarono alcuni smottamenti lungo la linea della ferrovia che usciva da Termini in direzione Cassino, nei pressi di Porta Maggiore si aprì una ...

Continua »


Obelisco del Laterano

L'Obelisco Lateranense è uno dei tredici obelischi antichi di Roma, con la sua altezza di 32,18 m (con il basamento e la croce raggiunge i 45,70 m) è ...

Continua »


Pandataria, isola affollata

Ventotene è una delle isole Ponziane, al tempo di Roma Antica il suo nome era Pandataria, piccolissima isola di 154 ettari. La lex Iulia, emanata da Augusto ...

Continua »


Il Foro Romano al tempo della Repubblica

Dopo la cacciata di Tarquinio il Superbio, Roma divenne una Repubblica e la città da allora fu gestita secondo regole precise; il potere era affidato a consoli ...

Continua »


Tempio della Concordia

Il pellegrino che visitò Roma nel VII secolo e ne lascò il resoconto oggi conosciuto come Itinerario di Einsielden ebbe la fortuna di vedere ancora ergersi nel Foro ...

Continua »


Tempio del Divo Romolo

Il tempio si trova dove la Via Sacra sale verso la Velia, tra la piazza del Foro Romano e l’Arco di Tito; fu voluto dall'imperatore Massenzio e dedicato al ...

Continua »


Tempio di Saturno

Ancora oggi uno dei templi più antichi del Foro Romano, secondo solo a quello di Vesta e di Giove, è facilmente distinguibile tra le vestigia dei monumenti ...

Continua »


Tomba del 'Gladiatore'

Il suo nome era Marco Nonio Macrino, fu generale dell’Imperatore di Marco Aurelio e presente sul campo di battaglia del 169 d.C. come legatus et comes ...

Continua »


Tabernae della Via Sacra, la strada del lusso

Già a partire dai tempi di Tarquinio Prisco lungo la Via Sacra furono costruiti porticus su cui ai aprivano le tabernae nelle quali si vendevano le merci ...

Continua »


Vicus Jugarius

Il Vicus Jugarius è forse la più antica strada di Roma, infatti anche prima dell’età dei re era la via dove passavano le genti che transitavano verso l’area ...

Continua »


Vicus Tuscus

È stata una della più importanti strade dell’antica Roma che collegava il Foro Romano con il Foro Boario e poi proseguendo verso Ovest portava alla ...

Continua »


Militia Vigilum

Fu l’Imperatore Augusto nel 22 a.C. ad introdurre a Roma un vero e proprio corpo di vigili del fuoco. Inizialmente era formato da cinquecento schiavi ...

Continua »


Villa dei Galloni

La Domus Galloniana è una villa rustica scoperta negli anni '90 durante i lavori di costruzione del nuovo mercato agroalimentare di Roma e nella quale fu ...

Continua »


Villa dei Quintili

Al V miglio della Via Appia i fratelli Sesto Quintilio Condiano e Sesto Quintilio Valerio Massimo appartenenti ad una importante famiglia senatoriale ...

Continua »


Il Tempio della Tempesta o Villa delle Sirene

Ovidio nei Fasti ricorda un Tempio delle Tempeste, fatto edificare da Scipione nella Via Appia nei pressi della Tomba degli Scipioni. Alla Dea Tempesta ...

Continua »


Volcanal

Nella valle del Foro le prime costruzioni furono i templi dedicati alle divinità arcaiche; il tempio più antico è il Volcanal, un'ara eretta in onore del Dio ...

Continua »


Roma medievale

Le trecento torri di Roma

In pieno Medioevo a Roma, racconta Gregorovius che vi erano 300 torri addossate alle mura ed almeno altre 600 costruite all’interno ...

Continua »


Porta Metronia

Lungo le Mura Aureliane, appena fuori il Laterano, si apriva la Porta Metronia che era una delle porte minori o posterulae; prese il posto che era della ...

Continua »


Clivio di rocca savella

Ci sono alcuni posti magici a Roma dove sembra che il tempo si sia fermato, tra questi il Clivo di Rocca Savella che da Piazza di Bocca della Verità porta ...

Continua »


Santa Maria in Tempulo

Sulle pendici del Celio, dove si trovava l'Area Apollinis, dei monaci greci nel VI secolo costruirono un oratorio dedicato a S. Agata; era una diaconia ...

Continua »


Triclinium Leoninum

Alla fine del Cinquecento, quando già il Papa viveva nei Palazzi in Vaticano, Papa Sisto V fece demolire la residenza precedente, il Palazzo Laterano ...

Continua »


Roma rinascimentale

Loggia di Lucrezia Borgia

La leggenda vuole che nel XVI secolo l’amante del cardinale Rodrigo Borgia, Vannozza de’ Caetani avesse la sua casa nel palazzo al rione Monti che da un ...

Continua »


Le Valche dell’Almone

Il fiume sacro di Roma era l’Almone che riversava le sue acque nel Tevere dopo aver lambito le propaggini dell’Aventino e proprio alla confluenza dei due fiumi ...

Continua »


I divini gemelli di Montecavallo

La grande piazza antistante il palazzo del Quirinale voluta da Sisto V sembra pensata da un architetto razionalista che volle arricchirla con due imponenti ...

Continua »


"Palazzo Barbo" detto Venezia

Pietro Barbo era un erudito ricco rampollo mercante veneziano, pronipote di papa Gregorio XII e nipote di papa Eugenio IV, che decise di abbandonare la ...

Continua »


Via della Palombella

Nel Rione Pigna c’è una strada stretta e non molto lunga che collega due famose piazze di Roma, Piazza della Minerva a Piazza Sant’Eustachio ...

Continua »


Piazza Fiammetta

Dietro Via dei Coronari, la strada dei venditori di rosari ed immagini sacre, che era sul percorso che facevano i pellegrini per andare a S. Pietro, si apre un largo...

Continua »


Villa Medici

Villa Medici è una delle più belle Ville Rinascimentali di Roma. Sorge nel luogo dove un tempo il generale romano Lucullo (115 - 57 a.C.) fece realizzare i ...

Continua »


Roma barocca

Via delle Convertite

Nella Roma del XVI-XVII secolo il numero delle prostitute era ben superiore a quello delle monache, era una città dove la popolazione maschile corrispondeva al 60% del totale, per lo più ecclesiastici, mercanti, diplomatici ma anche una numerosa e multicolore folla di artisti ed artigiani, ma anche servi, a disposizione della Curia e di quanti vi erano coinvolti. Questa città di uomini attraeva le donne dalle altre città della penisola per esercitare una professione molto richiesta, il meretricio. Esistevano oltre 2000 case in cui avvenivano gli incontri dell'amore venale e si calcola che oltre il 20% della popolazione femminile avrebbe vissuto di commercio amoroso, ovvero il 10% della popolazione di Roma ...

Continua »


Fontana della palla di cannone

Sul Monte del Pincio proprio davanti a Villa Medici si trova una fontana che, nonostante la sua struttura sia essenziale e non appariscente, racchiude ...

Continua »


Via delle Zoccolette

Esisteva nel XVIII secolo un “Conservatorio delle zoccolette” voluto da Papa Innocenzo XII per “le giovinette che accattavano con pericolo di disordini” ...

Continua »


Gli affreschi alchemici di Caravaggio a Casino Ludovisi

Quando nel 1599 il Cardinal Del Monte divenne proprietario della vigna vicino a Porta Pinciana decise di far sistemare il parco e di restaurare la villa ...

Continua »


Monastero delle Viperesche

In un immaginifico teatro settecentesco il monastero delle Viperesche era la quinta di sinistra rispetto al fondale con la chiesa di San Vito e l’Arco di Gallieno ...

Continua »


Villa Sciarra, la Villa dei Pavoni bianchi

Lungo le pendici del Gianicolo al tempo dell’antica Roma vi erano lucus ed hortus e l’area alla fine del I sec. a.C era parte degli Horti di Cesare; qui si trovava ...

Continua »


Salita di San Sebastianello

Nel novero dei posti magici di Roma non può mancare la Salita di San Sebastianello. S’inerpica tra i muraglioni di Trinità de Monti e da Piazza di ...

Continua »


Via Mario de’ Fiori

E’ una strada che, correndo parallela a Via del Corso e partendo da Via della Mercede arriva sino a Via Vittoria, ci riporta alla città settecentesca e ...

Continua »


Roma moderna

Il giardino degli aranci

Gea, la madre terra aveva donato a Zeus ed Era un meraviglioso giardino dove nascevano frutti dorati e ne aveva affidato la custodia alle Esperidi che in quel giardino conosciuto con il loro nome coltivavano le arance. Un giardino ugualmente bello dove crescono i frutti colore dell'oro si trova sull'Aventino e dalla sua terrazza si vede scorrere il Tevere e la vita nella città eterna ...

Continua »


Via del Corso fine 800

Solo nel 1834 furono fatte, per il Corso, regolari chiusini per lo scolo delle acque e la strada già selciata da tempo fu illuminata a gas la notte del 6 gennaio 1854, i lampioni erano alti tre metri e posti lungo la via ed agli incroci; la loro disposizione lungo la strade è ancora oggi rilevabile dalle targhe superstiti di maiolica bianca con i numeri in blu ...

Continua »


Cimitero acattolico di Testaccio

La storia della presenza di un sito dove potessero riposare coloro che hanno amato Roma rimanda l’immagine della città che era una tappa obbligata del Grand Tour, ma è anche testimone dei molti artisti, pensatori, viaggiatori od anche solo visitatori che hanno soggiornato nella Città Eterna ...

Continua »


Passeggiata del Pincio

Quando Napoleone Bonaparte nel 1803 acquistò Villa Medici dai Lorena a cui la Villa era pervenuta come patrimonio del Granducato di Toscana, scorporò ...

Continua »


Villa Torlonia

Dove gli antichi romani avevano costruito le loro ville suburbane, le grandi e potenti famiglie della nobiltà romana costruirono i loro casini di caccia ...

Continua »


Teatro Ambra Jovinelli

Il 3 marzo del 1909 fu inaugurato il Teatro Jovinelli che, dopo alterne vicende, è ancora oggi il tempio dello spettacolo comico di Roma; si trova nel rione ...

Continua »


Le vetrate di Mastro Picchio

A Piazza del Pozzo delle Cornacchie a Ripa, aveva la sua bottega Cesare Picchiarini, dai suoi amici e da tutti chiamato Mastro Picchio ...

Continua »


Via Veneto

Quando Villa Ludovisi fu venduta e lottizzata, le strade del nuovo quartiere Ludovisi in gran parte coincisero con i viali che aveva disegnato nel 1621 il ...

Continua »


Villa Mirafiori

Il nome alla villa fu dato dalla sua illustre ospite, la quasi regina d’Italia Rosa Cervellana. Costruita nel 1874 per essere la residenza romana della Contessa ...

Continua »