Login      FOLLOW US ON follow on Facebook follow on Twitter follow on Pinterest follow on Tumblr follow on Google Plus
Negozio
  • negozio online

Set dei film

Altri films »


Citazioni
"Fallacia alia aliam trudit"
(Terenzio - Andria IV, 4, 39-40)
"Un inganno tira l'altro"
"In magnis et voluisse sat est"
(Properzio - Elegie II,10,6)
"Nelle cose grandi anche l'aver voluto è sufficiente"
"Difficiles nugae"
(Marziale - Epigrammi II, 86)
"Cretinate difficili"

Continua »




Novità
  • Raffaello Sanzio a Roma

    Quando arrivò a Roma nel 1508 Raffaello aveva 25 anni ed aveva lasciato Firenze dove stimato ed apprezzato aveva dipinto soprattutto ritratti e pale d’altare i cui soggetti preferiti erano le Madonne e la Sacra Famiglia. Nell’Urbe fu chiamato da papa Giulio II della Rovere il quale voleva che le pareti delle stanze che aveva scelto come suo alloggio privato fossero dipinte dall’artista che aveva incantato Firenze. Vasari racconta che nella chiamata avesse in qualche modo influito Donato Bramante, a Roma dal 1504 per lavorare alla nuova basilica di San Pietro, che non solo era nato anche lui ad Urbino ma era anche un parente di Raffaello essendo figlio di un cugino ...

    Continua »


  • Culto della Dea Fortuna al solstizio d’estate

    Secondo la tradizione ad introdurre la festa a Roma fu il re Servio Tullio che si diceva era stato favorito dalla fortuna perché amato dalla Dea; la storia dell’amore tra Servio Tullio e la Dea è raccontata anche da Plutarco: “Egli si legò a Fortuna e da lei fece dipendere la stessa sovranità, tanto che dette a credere che Fortuna si congiungesse con lui, scendendo nella sua camera attraverso la piccola finestra che ora chiamiamo Porta della Finestrella” ...

    Continua »


  • Lucrezia e la satira della castità

    Laida nocte volo. La figura di Lucrezia ed i valori di castità che rappresenta innalzandola nell'olimpo delle figure mitiche di Roma, hanno scatenato l'irriverenza di scrittori e poeti latini già dai tempi della tarda repubblica ...

    Continua »


  • Le Piramidi gemelle

    Sotto le chiese gemelle di Santa Maria dei Miracoli e Santa Maria in Montesanto che si trovano all’imbocco di Via del Corso nel I secolo a.C. sorgevano due piramidi gemelle. Le costruzione delle due chiese quasi gemelle fu decisa nel 1657 e come fondazioni furono utilizzate la basi delle due piramidi troncate della parte cuspidale. La conferma della loro esistenza è stata data da rilievi in occasione di recenti lavori di restaurazione delle due chiese; questi due sepolcri dovevano risalire all'età augustea ed erano posti a mo' di ingresso monumentale al Campo Marzio, proprio la funzione che hanno oggi le due chiese ...

    Continua »


  • Via Flaminia

    L’importanza che i romani hanno assegnato alle vie nasce probabilmente dall’essere stato un popolo nato dall'unione di genti diverse, di aver costruito la loro città nel posto da cui passavano i traffici degli uomini; mai nessun popolo come loro ha costruito strade senza farsi fermare dagli ostacoli naturali, costruendo ponti sui fiumi e per unire i burroni, scavando gallerie per superare i monti e tagliando le rocce. Una strada in particolare richiese ai romani di mettere in pratica tutte le loro conoscenze per essere costruita: la via Flaminia. Fu la prima strada romana a dirigersi verso Nord, con le sue oltre 200 miglia romane attraversava tutto il territorio dell’attuale Umbria per raggiungere a Fanum Fortunae (Fano) e a Ariminium (Rimini)sul mare Adriatico ...

    Continua »


  • I più letti del 2016
  • Il Colosseo e la profezia della fine del mondo

    Nell'VIII secolo in un monastero benedettino nel Sunderland il monaco Beda il Venerabile - poi Dottore della Chiesa cattolica - oltre a scrivere libri ...

    Continua »


  • Tomba del 'Gladiatore'

    Il suo nome era Marco Nonio Macrino, fu generale dell’Imperatore di Marco Aurelio e presente sul campo di battaglia del 169 d.C. come legatus et comes ...

    Continua »


  • Le statue nascoste della collezione Torlonia

    Nel corso del XVIII e XIX secolo la famiglia Torlonia, nobili e banchieri, era la famiglia più ricca di Roma ed acquistò palazzi e vaste proprietà terriere tra ...

    Continua »


  • Giulia figlia di Augusto

    Julia rimane la figura femminile più amata dagli intellettuali ed artisti; bella, colta, raffinata, sensuale, ribelle e libertaria ...

    Continua »


  • Mito e leggenda di Eracle (Ercole) e Caco

    Il mito di Ercole e Caco esprime il progressivo inserimento della cultura ellenistica sulle primordiali culture italiche: Eracle è il semidio ...

    Continua »


  • Tempio della Concordia

    Il pellegrino che visitò Roma nel VII secolo e ne lascò il resoconto oggi conosciuto come Itinerario di Einsielden ebbe la fortuna di vedere ancora ergersi nel Foro ...

    Continua »


  • La fanciulla di cera di Via Appia e le altre

    Nel 1485 alcuni si convinsero di aver trovato il corpo di Tulliola la figlia di Cicerone: il 18 aprile il corpo di una bellissima fanciulla fu ...

    Continua »


  • Il Tempio della Tempesta o Villa delle Sirene

    Ovidio nei Fasti ricorda un Tempio delle Tempeste, fatto edificare da Scipione nella Via Appia nei pressi della Tomba degli Scipioni. Alla Dea Tempesta ...

    Continua »


  • 800 AD - Incoronazione di Carlo Magno

    La notte di Natale dell’ 800 d.C., a Roma nacque il Sacro Romano Impero quando, in San Pietro, Papa Leone III incoronò Carlo Magno dicendo ...

    Continua »


  • Vibia Sabina Imperatrice

    La sua vita fu decisa dalla madre, Salonina Matidia che non voleva rinunciare al potere che aveva gestito come nipote di Traiano il quale non aveva avuto figli ...

    Continua »


  • I più letti di Dicembre
  • Le Piramidi gemelle

    Sotto le chiese gemelle di Santa Maria dei Miracoli e Santa Maria in Montesanto che si trovano all’imbocco di Via del Corso nel I secolo a.C. sorgevano due piramidi gemelle. Le costruzione delle due chiese quasi gemelle fu decisa nel 1657 e come fondazioni furono utilizzate la basi delle due piramidi troncate della parte cuspidale. La conferma della loro esistenza è stata data da rilievi in occasione di recenti lavori di restaurazione delle due chiese; questi due sepolcri dovevano risalire all'età augustea ed erano posti a mo' di ingresso monumentale al Campo Marzio, proprio la funzione che hanno oggi le due chiese ...

    Continua »


  • Via Flaminia

    L’importanza che i romani hanno assegnato alle vie nasce probabilmente dall’essere stato un popolo nato dall'unione di genti diverse, di aver costruito la loro città nel posto da cui passavano i traffici degli uomini; mai nessun popolo come loro ha costruito strade senza farsi fermare dagli ostacoli naturali, costruendo ponti sui fiumi e per unire i burroni, scavando gallerie per superare i monti e tagliando le rocce. Una strada in particolare richiese ai romani di mettere in pratica tutte le loro conoscenze per essere costruita: la via Flaminia. Fu la prima strada romana a dirigersi verso Nord, con le sue oltre 200 miglia romane attraversava tutto il territorio dell’attuale Umbria per raggiungere a Fanum Fortunae (Fano) e a Ariminium (Rimini)sul mare Adriatico ...

    Continua »


  • La collezione farnese

    Durante i lunghi anni in cui la proprietà Farnese sul Palatino fu interessata dalla costruzione della Villa e poi ancora alla sistemazione degli Horti, una grande quantità di capolavori in marmo dell'antichità fu ritrovata e non poteva essere altrimenti visto che il Palatino era stato il colle ove risiedettero gli imperatori di Roma ...

    Continua »


  • Culto della Dea Fortuna al solstizio d’estate

    Secondo la tradizione ad introdurre la festa a Roma fu il re Servio Tullio che si diceva era stato favorito dalla fortuna perché amato dalla Dea; la storia dell’amore tra Servio Tullio e la Dea è raccontata anche da Plutarco: “Egli si legò a Fortuna e da lei fece dipendere la stessa sovranità, tanto che dette a credere che Fortuna si congiungesse con lui, scendendo nella sua camera attraverso la piccola finestra che ora chiamiamo Porta della Finestrella” ...

    Continua »


  • Arco di Scipione

    Il primo vero arco di trionfo fu quello innalzato per celebrare il valore militare dei generali appartenenti alla famiglia degli Scipioni. L'Arco si trovava sulla Via Sacra al limitare del Foro, all'inizio della salita che portava al tempio di Giove Ottimo Massimo. Una descrizione ci è pervenuta da Tito Livio (Ab Urbe Condita, Libro XXXVII, 3) che racconta come l'attico fosse ornato da sette statue dorate e da due cavalli di bronzo mentre ai lati della base erano posti due grandi labra ...

    Continua »


  • 800 AD - Incoronazione di Carlo Magno

    La notte di Natale dell’ 800 d.C., a Roma nacque il Sacro Romano Impero quando, in San Pietro, Papa Leone III incoronò Carlo Magno dicendo ...

    Continua »


  • Il Colosseo e la profezia della fine del mondo

    Nell'VIII secolo in un monastero benedettino nel Sunderland il monaco Beda il Venerabile - poi Dottore della Chiesa cattolica - oltre a scrivere libri ...

    Continua »


  • Lucrezia e la satira della castità

    Laida nocte volo. La figura di Lucrezia ed i valori di castità che rappresenta innalzandola nell'olimpo delle figure mitiche di Roma, hanno scatenato l'irriverenza di scrittori e poeti latini già dai tempi della tarda repubblica ...

    Continua »


  • Cassio Dione

    Molte delle informazioni su cui oggi si basa la ricostruzione della storia dell’antica Roma sono tratte dalla Storia Romana, l'opera di Dione Cassio in 80 libri scritti in greco che coprono un periodo di 983 anni che va dall’arrivo di Enea in Italia fino al 229 d.C. Egli non fu solo uno storico ma anche un importante uomo politico di Roma Imperiale per cui un testimone privilegiato degli eventi del II e III secolo di cui ha lasciato una testimonianza diretta nella sua opera ...

    Continua »


  • Mito e leggenda di Eracle (Ercole) e Caco

    Il mito di Ercole e Caco esprime il progressivo inserimento della cultura ellenistica sulle primordiali culture italiche: Eracle è il semidio ...

    Continua »


Iscriviti alla nostra Newsletter!