Login      FOLLOW US ON follow on Facebook follow on Twitter follow on Pinterest follow on Tumblr follow on Google Plus

Roma: Storia e Cultura

Vai a : ROMA ANTICA | ROMA MEDIEVALE | ROMA RINASCIMENTALE | ROMA BAROCCA | ROMA ROMANTICA | ROMA MODERNA
Roma antica

Educazione dei giovani

I figli dell'aristocrazia romana erano affidati alle cure della madre dalla nascita ai primi anni dell'infanzia ma già a sette anni venivano affidati ad un litterator che nelle famiglie più ricche viveva nella casa stessa del puer ed era chiamato pedagogo ...

Continua »


Tabernae deversoriae

Uno dei significati di taberna deversoria era “locanda”; con questo nome la indica Varrone nel suo De Re Rustica, ovvero come una taberna che si trovava lungo le strade che collegavano città e piccoli centri abitati e che veniva realizzata da un dominus fondi come attività da affiancare a quella agricola e che consisteva nell'offrire ai viaggiatori un luogo di sosta dove poter mangiare ...

Continua »


Mensis Junii

Quando Romolo si occupò di dividere il tempo che intercorreva tra il solstizio d'estate e il solstizio d'inverno decise di farlo in 10 periodi chiamati menses. Secondo la tradizione il primo mese venne dedicato al Dio Marte, che in età arcaica non era solo il dio della guerra ma era anche il dio della fertilità e quindi auspice di un buon anno; il secondo prese il nome di Aprilis ed era dedicato a Venere e dopo aver denominato il terzo periodo Majus in onore degli anziani, decise di chiamare il quarto con il nome di Junii dedicandolo quindi agli juniores, ovvero i giovani guerrieri a cui era affidata la difesa dello stato; gli altri sei mesi erano indicati semplicemente con l'aggettivo numerale: Quintilis, Sextilis, September, October, November e December ...

Continua »


Lo scandalo dei baccanali del 186

Una delle più importanti iscrizioni di età repubblicana che siano state ritrovate è il Senatusconsultum de bachanalibus, scoperto nel XVII secolo nel territorio di Bruttium (odierna Calabria), è un editto emesso dai consoli dell’anno che recepirono le regole indicate come opportune dal Senato di Roma e così dalle Idi di ottobre del 186 a.C. furono vietati i riti orgiastici nei Bacchanalia ...

Continua »


Plauto, la cistellaria

Plauto ebbe una vita abbastanza lunga e assistette ai grandi cambiamenti della Roma Repubblicana che, sconfitti i popoli italici, ormai padrona della penisola si affacciava verso Oriente iniziando le sue guerre di conquista che videro crescere enormemente la sua ricchezza ...

Continua »


Spolia Opima, massima onoreficenza dei condottieri

Il Senato di Roma riconobbe ai grandi generali di Roma tra cui Paolo Emilio, Scipione Africano, Mario, Silla, Pompeo Magno, Cesare, Agrippa, Druso l'onore di celebrare il Trionfo. I romani erano vires militares e la condotta valorosa in guerra comportava riconoscimenti morali e materiali, ma non bastava solo essere coraggiosi ma si doveva anche dimostrare di essere valenti, ovvero che le azioni di guerra condotte in modo mirabile ottenevano il risultato sperato: la vittoria ...

Continua »


Primo stile pompeiano: Crustae

L'arte della pittura, i romani sicuramente l'appresero dagli etruschi con cui entrarono in contatto già nel VII secolo a.C. Sappiamo che i templi etruschi erano decorati con statue fittili dipinte e che moltissimi artisti si trasferirono a Roma quando Tarquinio Prisco iniziò la costruzione del tempio di Giove sul Capitolium. L'abilità pittorica degli etruschi era già molto progredita come attestano le molte pitture delle tombe di Cerveteri e soprattutto di Tarquinia e fu ben presto impiegata non solo per edifici religiosi e pubblici ma anche a servizio di ricchi possidenti privati ...

Continua »


Gli Dei Minori

La religiosità dei romani era tale che accoglievano nel loro pantheon tutti gli dei, dai loro dei arcaici che non confusero con quelli dei greci, agli dei che condivisero con i greci ma anche tutti gli dei propri dei popoli vinti/sottomessi. Svilupparono poi dei culti di divinità peculiari del loro sistema di valori e fondanti dell'etica della loro civiltà ...

Continua »


Asaratos Oikos

Da Plinio il Vecchio conosciamo il nome dell’artista a cui si deve l’invenzione di due temi che furono modello per gli artisti dell’arte musiva greca e poi romana: Sosos di Pergamo vissuto nel II sec. a.C. ...

Continua »


I Saturnalia

In memoria dell'antica età dell'oro dell'uomo, era mitica durante la quale Saturno aveva governato, venivano celebrati grandi festeggiamenti chiamati Saturnalia che avevano luogo nei mesi invernali, all'incirca al solstizio d'inverno. L’età dell’oro quando tutti gli uomini erano uguali e la terra regalava i suoi doni è uno dei miti fondanti della civiltà romana; nelle terre del Latium Vetus avrebbe infatti trovato rifugio Saturno quando il figlio Giove lo cacciò dal Monte Olimpo. Nel mito arcaico romano fu il Dio Janus ad offrire ospitalità a Saturno che ebbe la sua dimora sul Colle Capitolino e, divenuto un dio buono, diede agli uomini leggi e prosperità e questa fu l'età dell'oro. Tutti i popoli del mondo conosciuto sapevano dove viveva il grande Dio padre di tutti gli dei e così la terra che aveva scelto come suo nuovo regno venne chiamata Saturnia Tellus; ma per i romani indicava il tempo cronologico del regno di Saturno conosciuto anche come Età dell'Oro per la prosperità e la pace tra gli uomini ...

Continua »


Le lucerne, instrumentum domesticum e gadget

La lucerna è il primo vero strumento usato dall’uomo per illuminare ed i primi esemplari conosciuti risalgono al II millennio a.C.; erano delle semplici ciotole riempite di olio e con lo stoppino appoggiato sull’orlo. L’instrumentum ebbe nei secoli una notevole evoluzione delle caratteristiche tecniche quali l’impermeabilizzazione dei materiali come la terracotta e la ceramica o l’applicazione di un ansa per maneggiarla meglio, ma anche estetiche secondo i gusti dei popoli e delle diverse aree geografiche ...

Continua »


Lucrezia e la satira della castità

Laida nocte volo. La figura di Lucrezia ed i valori di castità che rappresenta innalzandola nell'olimpo delle figure mitiche di Roma, hanno scatenato l'irriverenza di scrittori e poeti latini già dai tempi della tarda repubblica ...

Continua »


Lorica Romanorum

Delle protezioni per il corpo già erano usate dai greci, ma per i romani, popolo guerriero furono uno strumento indispensabile nelle campagne militari che li portarono a diventare la più grande potenza bellica di tutti i tempi ...

Continua »


Constitutio Antoniniana

L'editto della primavera del 212 conosciuto come Constitutio Antoniniana de Civitate costituisce ancora oggi un vero enigma per gli storici; con questo atto l'imperatore Caracalla stabiliva che tutti coloro che abitavano entro i confini dell'Impero Romano potevano accedere alla cittadinanza. Fu un avvenimento di portata eccezionale perchè consentiva a tutti i peregrini che fin a quel momento avevano vissuto all'interno dell'impero di divenire cives romani con tutti gli onori ed oneri ...

Continua »


Nerone e la ricostruzione di Roma

La notte tra il 18 ed il 19 luglio del 64 d.C., il grande incendio di Roma che bruciò tutti i palazzi del Palatino, lasciò senza casa oltre duecentomila romani ...

Continua »


Telesina ed i suoi dieci mariti

Marziale racconta che dal III sec. a.C. le donne romane potevano facilmente divorziare e risposarsi tanto che racconta il caso di una matrona di nome ...

Continua »


Figurae Veneris

Nell’Ars Amatoria Ovidio racconta delle posizioni amorose chiamandole mille modi Veneris; nelle intenzioni il poeta vuole spiegare come deve essere ...

Continua »


Marmor lunensis e gli altri

Il contatto con la civiltà ellenistica fece scoprire ai romani la bellezza del marmo, infatti fino al III sec. a.C. i templi e le domus erano costruiti con pietre e ...

Continua »


Artifici culinari nella cena di Trimalcione

Nella Roma imperiale era un importante atto della vita sociale preparare ed invitare ai banchetti; Petronio Arbitro nel suo Satyricon ne offre ...

Continua »


Inondazioni del Tevere

Tito Livio narra che nel 189 a.C. il Tevere inondò il Campo Marzio per dodici volte, ma l’evento fu eccezionale solo nel numero mentre era normale che ...

Continua »


Le donne padrone di un impero

Ci sono state due famiglie che sono riuscite a mantenere il comando supremo su Roma assicurandogli così anche dei lunghi periodi di stabilità e ricchezza ...

Continua »


Incontri al Teatro di Pompeo

La vita dei nobili patrizi era improntata su alcune consuetudini che facilitavano la vita sociale ed erano irrinunciabili per chiunque avesse delle aspirazioni ...

Continua »


Le perle, le imperatrici e le altre

Le perle erano amatissime dai romani ed anzi uno dei portici che si affacciava sulla centralissima Via Sacra si chiamava proprio Porticus Margaritaria e ...

Continua »


Graffiti: 'Capitale corsiva et verba vulgata'

Accanto al latino dotto e “monumentale” esisteva non solo il latino parlato nelle strade ma anche quello scritto sui muri; e può accadere che visitando ...

Continua »


Ortensia, donna avvocato dell’antica Roma

Alla donna romana non erano riconosciuti diritti, sin dall’emblematico episodio del “Ratto delle Sabine” doveva sottostare alla tutela di un uomo, prima il ...

Continua »


Biblioteche di Roma Imperiale

Le parole scritte dell’antica Roma erano su supporti che purtroppo non si sono salvati con il passare del tempo soprattutto per la loro intrinseca fragilità; i libri ...

Continua »


Clavus Annalis

Il clavus annalis era una cerimonia annuale ed abitudinaria che consisteva nell’infiggere un “clavus”, chiodo, nel lato destro del Tempio di Giove ...

Continua »


Gli abiti trasparenti delle donne romane

Nell’antica Roma l’abito indicava la condizione della donna e veniva considerato tutela corporis. L’abito della donna romana era composto di tre parti ...

Continua »


Ager nomentanum terra di poeti

Nel territorio compreso tra il fiume Tevere e l’Aniene, suo affluente, lungo la strada che portava a Nomentum ebbero le loro ville Seneca, Marziale ...

Continua »


Antiche maledizioni: Tabulae defixionum

Quando morì Germanico, erede di Augusto e figlio di Druso ed Antonia, molte erano le chiacchiere sulla sua morte inaspettata a soli 29 anni. Anche ...

Continua »


Antium, eccellenza medica dell’antica Roma

Nella Roma dell’età del ferro già si praticava la medicina, la città aveva mutuato le conoscenze dagli etruschi che già avevano una buona conoscenza del ...

Continua »


Formule magiche per guarire

Le malattie più comuni venivano curate dal pater familias con terapie che consistevano nell’applicazione di elementari norme igieniche, in alcuni ...

Continua »


Argenti a Sbalzo dell’Antica Roma

Nell’età della Repubblica a Roma non si tenevano in gran conto i metalli preziosi, la civiltà romana era ancora legata ai costumi antichi e quindi ...

Continua »


Augustalia

Nel 19 a.C. Augusto concluse un trattato con i Parti che gli consentì di portare i regni che si trovavano ad ovest dell’Eufrate sotto il controllo di Roma come ...

Continua »


Gli Auriga

Ancora nel V secolo d.C. gli auriga erano eroi amati dal popolo e dai potenti di Roma tanto che l'imperatore dell'Impero Romano d'Oriente fece raffigurare l'auriga Porfirio sul basamento di una delle colonne della spina del Circo di Bisanzio fatto costruire da Costantino ...

Continua »


Cammei gioielli Antica Roma

Quando a Pompeo Magno fu concesso il Trionfo per aver sconfitto Mitridate, dietro il carro i romani poterono ammirare l’enorme tesoro del Re del Ponto ...

Continua »


Le Carceri di Roma Antica

Nell’antica Roma il carcere non era una pena in sé, ma serviva a custodire il colpevole di un reato in attesa del processo ed il condannato alla pena ...

Continua »


Confarreatio, il matrimonio sacro

Il rito del matrimonio arcaico si chiamava Confarreatio e risaliva al tempo della monarchia, derivava il suo nome dalla focaccia di farro (panis farreus) che ...

Continua »


L’Agorà degli Italici a Delo

L’attività mercantile nell’antica Roma fu sicuramente favorita dalla buona navigabilità del Tevere e dalla favorevole conformazione del fiume in ...

Continua »


Doni e biglietti nell’antica Roma

L’imperatore Vespasiano durante le feste per le Martiae Kalendae era solito distribuire alle donne doni accompagnati da bigliettini che erano chiamati ...

Continua »


Fasti, antichi Calendari

Per i romani esisteva un tempo ed un tempo profano e quando iniziava la primavera il collegio dei Pontefici si riuniva per stabilire come sarebbero ...

Continua »


Felix Feriae Augusti

Sono passati venti secoli ma si festeggia ancora la feriae Augusti, ovvero il riposo di Augusto. La festa fu istituita nel 18 d.C. da Augusto per celebrare ...

Continua »


Il funerale di Giulio Cesare

L'assassinio di Cesare avvenne nella Curia; discutendo su quale fosse la morte migliore, aveva detto a Marco Lepido, "Ad ogni altra ne preferisco una ...

Continua »


Il lusso e l’abrogazione della Lex Oppia

L’unica realtà in cui i romani consideravano lecita l’azione femminile era quella limitata alla domus, ma anche in questo spazio ...

Continua »


17 a.C. Ludi Saeculares

Valerio Publicola nell’anno 509 a.C. aveva istituito dei Ludi da celebrarsi di notte presso il Tevere, per invocare la prosperità e la libertà del popolo romano ...

Continua »


Le monete dell’antica Roma

La prima monetazione della storia di Roma, secondo una leggenda, fu voluta da re Numa Pompilio e la moneta si chiamò nummo, dal sua nome, nella realtà ...

Continua »


Il nome segreto delle donne romane

Nell’antica Roma il nome individuale di una donna doveva rimanere segreto, infatti mentre gli uomini hanno il loro nome, poi il nome della gens ed ...

Continua »


La nudità eroica delle statue romane

Il nudo eroico nasce con l’arte greca ed è uno dei motivi della sua originalità, fondamentale per la comprensione della sua estetica come di quella romana che ...

Continua »


Le origini dell'antica Roma

Gli uomini che costruirono le loro capanne sui colli di fronte alla piccola isola sul fiume, cercavano una possibiltà di vita migliore. Le imbarcazioni che risalivano ...

Continua »


Porfido marmo imperiale

Gli imperatori romani avevano una predilezione per il porfido, il marmo rosso che si estraeva dal Mons Porphyretes, una cava che si trovava nel deserto ...

Continua »


Una proposta indecente nell'antica Roma

A Roma i culti egizi erano arrivati soprattutto con gli schiavi ed il culto della Dea Iside aveva ben presto fatto molti adepti tra il popolo, ma questi culti erano ...

Continua »


Pueri, i giochi

Anche nell’antica Roma, come in tutte le epoche, le attività ludiche sono state di preparazione alla vita. Vi erano i giochi di gruppo sia ad imitazione delle ...

Continua »


I riti di iniziazione dei guerrieri romani

Marte è l’antico dio italico. Come racconta Virgilio, in età arcaica è raffigurato con un copricapo costituito da un elmo ornato da due penne ...

Continua »


Le saline romane

Durante il regno di Anco Marzio una parte della paga dei soldati era data in "sale" da cui deriva il termine salario. Plinio il Vecchio, sosteneva che ...

Continua »


Le statue colorate

Il grande studioso tedesco Johann Winckelmann nella seconda metà del XVIII secolo affermò che le statue dei grandi maestri greci e romani dovevano ...

Continua »


Statue equestri di Roma

L’unica grande statua equestre giunta sino ad oggi è quella di Marco Aurelio; splendido gioiello dell’arte fusoria nella Roma Imperiale; si è salvato in ...

Continua »


Statue romane come pietre preziose

Una pietra lucente e dura che i romani, come gli egizi prima di loro, utilizzarono per realizzare statue che dovevano superare il tempo: la basanite. Non fu ...

Continua »


Tabernae Medicae in Urbe

Nei castra sono stati individuati frequentemente i “valetudinarium”, ovvero gli edifici dove venivano alloggiati i soldati che dovevano essere curati ...

Continua »


Il tufo di Grotta Oscura

La posizione che i Romani avevano scelto per la loro città fu un accelerante della loro espansione; dopo aver assorbito il popolo sabino si dovettero scontrare con ...

Continua »


Venalicia, i mercati degli schiavi

La ricchezza di Roma nasceva dalle risorse dei territori che conquistava e dall’organizzazione del loro sfruttamento e tra tutte le risorse che fece proprie ...

Continua »


Venus Obsequens e Venere Ericina

Nel 295 a.C. l’edile Quinto Fabio Gurge innalzò un tempio a Venere Obsequens (ovvero “obbediente”, rispettosa delle regole). Per edificare il Tempio ...

Continua »


Sacerdotesse di Vesta

Il popolo romano sin dai tempi arcaici tenne in molta considerazione tutte le forze con cui la natura si imponeva e di cui gli dei insegnarono loro a servirsi ...

Continua »


Roma medievale

Schola Saxonum

Poco si conosce del profondo rapporto che nel corso del Medievo legò i papi di Roma ai re dei Sassoni o Angli come venivano chiamati nel V secolo a.C.. quando Gregorio Magno ancora monaco li vide per la prima volta a Roma rimanendo stupito delle loro fattezze, l'alta statura, i capelli biondi e gli occhi azzurri e soprattutto del loro nome che gli fece pronunciare la famosa frase Non Angli, ma Angeli dovrebbero esser chiamati … ...

Continua »


Le oblate di S. Sisto Vecchio

Nel IV secolo Papa Anastasio I riconobbe come luogo di devozione e culto il titulus Crescentinae che si era costituito dopo la donazione, di una non meglio identificata Crescentina, di alcuni ambienti del precedente Balneum Mamertinus. La riprova di questo si trova nel Liber Pontificalis dove, nel racconto della vita di Anastasio I ( 399-401), si legge Fecit autem et basilicam, quae dicitur Crescentiana, in regione II, via Mamurtini in Urbe Roma. L'indicazione topografica consente di risalire senza alcun dubbio al Vicus Mamertinus dove si apriva il Balneum Mamertini proprietà di Marco Petronio Mamertino prefetto del pretorio dal139 al 143; in questo sito si trova oggi la basilica di S. Sisto e dove sotto si rinvenne una precedente basilica che è sicuramente la Basilica Crescentiana ...

Continua »


I Templari a Roma

All'inizio del XII secolo Roma era una piccola città con 20.000 abitanti dove il Papa viveva “arroccato” nei palazzi del Laterano; qui si presentò Hugues de Payns per ...

Continua »


Gli scriptoria del Tardo Impero

La storia antica è piena di racconti su biblioteche che bruciano e non solo per colpa dei fulmini o di lucerne cadute, ma anche e soprattutto per i saccheggi e ...

Continua »


Quando il papa aveva moglie

Nel Concilio di Nicea del 325 fu approvata una disposizione per cui “... il celibato non va imposto a vescovi, preti e diaconi, già sposati prima ...

Continua »


XII Secolo – La seconda Rinascita di Roma

Papa Pasquale II affrontò il suo pontificato con un chiaro programma che prevedeva anche una rivoluzione urbanistica di Roma. In un ventennio ...

Continua »


Roma rinascimentale

Studium Urbis

Nel 1303 con la bolla In Supremae praeminentia dignitatis, Bonifacio VIII istituì lo Studium Urbis, ovvero un’istituto per l’istruzione superiore che fosse destinato ai non prelati. Un’istituzione simile era stata già istituita a Bononia (Bologna) nel 1088, era stata chiamata Alma Mater Studiorum e la sua nascita avvenne con premesse diverse, ovvero erano gruppi di studenti che si riunivano e attraverso la collectio pagavano un docente che erano loro stessi a scegliere. L’istituzione per gli studi superiori di Roma nacque invece come affermazione della potestas universalis del papato e così era inizialmente nelle intenzioni di Papa Caetani ...

Continua »


La collezione farnese

Durante i lunghi anni in cui la proprietà Farnese sul Palatino fu interessata dalla costruzione della Villa e poi ancora alla sistemazione degli Horti, una grande quantità di capolavori in marmo dell'antichità fu ritrovata e non poteva essere altrimenti visto che il Palatino era stato il colle ove risiedettero gli imperatori di Roma ...

Continua »


Bacio in pubblico a donna onesta

Era una disposizione emanata nei Bandi Generale dal Cardinal Silvio Valenti, segretario di Stato di Papa Benedetto XIV, che restò in vigore fino al 1833 ...

Continua »


La corsa dei berberi

Dal 1468 alla fine dell’Ottocento la capitale mondiale del Carnevale era Roma, da quando Papa Paolo II (Pietro Barbo) decise che non sarebbe più stata ...

Continua »


Invito a pranzo dal Cardinal Nepote Cinzio Aldobrandini

Il pontificato di Clemente VIII, al secolo Ippolito Aldobrandini, fu sotto il segno della grandezza e munificenza del Papato e del nepotismo, infatti nominò ...

Continua »


Le Rose d’oro del Papa

Nelle Cronache della corte papale, c’è anche l’elenco delle spese del 1736 e tra queste "A Michele Carlier Argentiere a conto del prezzo della Rosa d'oro ...

Continua »


Roma barocca

La notte delle streghe a San Giovanni

Nella notte tra il 23 ed il 24 di giugno tutta la gente di Roma accorreva nella Piazza di San Giovanni perché, secondo la leggenda, in quella notte i fantasmi di Erodiate e Salomè che avevano voluto la decapitazione di San Giovanni Battista, chiamavano a raccolta tutte le streghe ...

Continua »


Roma romantica

La Roma repubblicana di Napoleone

Prima che il suo sogno di grandezza avesse le fattezze dell’Impero, Napoleone voleva che Roma divenisse città francese seconda solo a Parigi; la città fu occupata dalle truppe napoleoniche nel febbraio del 1798 e subito vi fu proclamata la Repubblica Romana. Nelle intenzioni di Napoleone Roma e l'ex Stato Pontificio dovevano costituire una repubblica sorella di quella francese ...

Continua »


Roma moderna

La Regina Margherita ed i giovedì letterari

Cambiò tutto quando divenne Re Umberto I; il giovane era sposato con la cugina Margherita, figlia del Duca di Genova, bella e vivace che predispose un’agenda ...

Continua »


I caffè storici: Aragno

Nel 1888 al numero 180 di Via del Corso, nei locali al piano terreno di Palazzo Marignoli, costruito dopo il 1870 dove prima c'era il convento delle Convertite, venne aperto un caffè da due imprenditori , Giacomo Aragno e Francesco Peroni, della dinastia dei birrai, che aveva sposato la figlia di Aragno ...

Continua »