Login      FOLLOW US ON follow on Facebook follow on Twitter follow on Pinterest follow on Tumblr follow on Google Plus
Focus
  • Papa Gregorio Magno

    Gregorio apparteneva alla gens Anicia, ricca e potente famiglia patrizia romana, nacque a Roma nel 540; il padre Gordiano era stato magistrato di Roma e la madre Silvia discendeva dalla gens Octavia, la loro casa si trovava sulla collina del Coelio tra il Clivus Scauri ed il vicus Trium Ararium. Siamo nel VI secolo e Roma non era più la capitale dell’impero, l'ultimo imperatore romano d'Occidente era stato deposto nel 478 e gli imperatori d'Oriente pur rivendicandone il dominio non vi risiedevano più tanto Costanzo II, uno dei figli di Costantino vi fece un viaggio nel 357 per celebrare i vicennalia; nel 604 nel Foro venne innalzata la Colonna di Foca, ultimo monumento dell’età romana ma l’imperatore non era nemmeno presente e non venne mai a Roma ...

    Continua »


  • La città di Tito Tazio

    Quando Sabini e Romani decisero di unire i loro popoli non vi fu una immediata mescolanza delle loro case; il popolo di Romolo rimase attestato sul Palatino mentre il popolo di Tito Tazio andò ad occupare le pendici del Quirinale in conseguenza di ciò il Capitolium ed il Foro che si trovavano tra i due colli divennero i luoghi della vita comune, commerciale, politica e religiosa. L'unità del nuovo abitato fu però definita da limiti comuni, quella che Tacito definisce “la città di Tito Tazio” e che è presentata negli Annales XII, 24 ...

    Continua »


  • Lorica imperii instrumentum

    La forza e il carisma di un imperatore trovavano la loro più efficace rappresentazione nelle statue in cui indossano la lorica, ovvero la corazza dei generali sui campi di battaglia. A partire dalla metà del I secolo a.C si diffuse l'uso di diversi tipi di corazze che corrispondevano non solo al ruolo del dei militari ma anche al loro uso in campo o durante le parate e gli imperatori, le une e le altre, cominciarono a volerle con decorazioni che non solo dovevano esaltare il loro prestigio ma che dovevano rendere evidente i successi del programma politico. Anche Augusto ne fece la rappresentazione guerriera del suo programma politico ...

    Continua »


  • Il tesoro delle Terme di Vicarello

    Nella Tabula Peutingeriana a nord di Roma tra Centucellae e Pyrgos era riportata la località Aquae Apollinaris; denominazione che rimandava ad un sito dove sgorgavano acque cui veniva riconosciuta la capacità curativa come suggeriva il nome riferito ad Apollo nella sua prerogativa di Medicus. Il territorio era vasto per cui non era facile identificarle, da altre fonti si sapeva poi che la località si trovava tra la Via Tarquiniese e la Via Clodia vicino al Lacus Sabatinus, mentre negli itinerari medievali a volte era indicata tra Tarquinii e Turres, od anche tra Tarquinii e Careiae, una zona ampia dove ancora oggi sono presenti più sorgenti termali così che era difficile la corretta individuazione del sito ...

    Continua »


  • Ottaviano, vendicatore di Cesare

    Quando alle Idi di Marzo del 44 a.C. Giulio Cesare venne assassinato, il suo inconsapevole erede si trovava ad Apollonia con Marco Agrippa e Salvidieno Rufo presso l'acquartieramento delle legioni che si preparavano al conflitto ormai prossimo con i Parti. Erano passati quasi dieci giorni dalla morte di Cesare quando Ottaviano ricevette una lettera da sua madre Azia che gli comunicava l'uccisione di Cesare; Velleio Patercolo riferisce che i suoi amici lo esortarono a prendere subito posizione marciando su Roma con le legioni che erano lì in Macedonia ma Ottaviano voleva sapere quale era l'atmosfera a Roma ...

    Continua »


  • I più letti del mese
  • 800 AD - Incoronazione di Carlo Magno

    La notte di Natale dell’ 800 d.C., a Roma nacque il Sacro Romano Impero quando, in San Pietro, Papa Leone III incoronò Carlo Magno dicendo ...

    Continua »


  • Il Colosseo e la profezia della fine del mondo

    Nell'VIII secolo in un monastero benedettino nel Sunderland il monaco Beda il Venerabile - poi Dottore della Chiesa cattolica - oltre a scrivere libri ...

    Continua »


  • Righetto e Sgrullarella, eroi della Repubblica Romana

    In ogni storia della Roma papalina si muove un personaggio irriverente e salace che è il popolo romano ed in ogni avvenimento ci sono popolani che hanno ...

    Continua »


  • 10 cose che non sapevi su Giulio Cesare

    Perdeva spesso conoscenza, come durante la battaglia di Tapso Giulio Cesare svenne e dovette essere portato lontano dal campo di battaglia. Gli antichi attribuivano la causa al morbo sacro, l'epilessia, di recente analisti e medici hanno avanzato l'ipotesi che si trattasse invece di leggeri ictus dovuti a problemi circolatori (ischemie?) che potrebbero aver provocato micro lesioni al cervello, cosa questa che spiegherebbe anche i comportamenti non troppo equilibrati che il dittatore andava assumendo negli ultimi tempi di vita ...

    Continua »


  • Formule magiche per guarire

    Le malattie più comuni venivano curate dal pater familias con terapie che consistevano nell’applicazione di elementari norme igieniche, in alcuni ...

    Continua »


  • Calpurnia, moglie di Cesare

    Sedici anni, tanti ne aveva Calpurnia, figlia del potentissimo Calpurnio Pisone, quando il padre si accordò per darla in moglie a Giulio Cesare. Fu ...

    Continua »


  • Mito e leggenda di Eracle (Ercole) e Caco

    Il mito di Ercole e Caco esprime il progressivo inserimento della cultura ellenistica sulle primordiali culture italiche: Eracle è il semidio ...

    Continua »


  • Quando il papa aveva moglie

    Nel Concilio di Nicea del 325 fu approvata una disposizione per cui “... il celibato non va imposto a vescovi, preti e diaconi, già sposati prima ...

    Continua »


  • Lo scandalo dei baccanali del 186

    Una delle più importanti iscrizioni di età repubblicana che siano state ritrovate è il Senatusconsultum de bachanalibus, scoperto nel XVII secolo nel territorio di Bruttium (odierna Calabria), è un editto emesso dai consoli dell’anno che recepirono le regole indicate come opportune dal Senato di Roma e così dalle Idi di ottobre del 186 a.C. furono vietati i riti orgiastici nei Bacchanalia ...

    Continua »


  • Antiche maledizioni: Tabulae defixionum

    Quando morì Germanico, erede di Augusto e figlio di Druso ed Antonia, molte erano le chiacchiere sulla sua morte inaspettata a soli 29 anni. Anche ...

    Continua »


Iscriviti alla nostra Newsletter!