Login      FOLLOW US ON follow on Facebook follow on Twitter follow on Pinterest follow on Tumblr follow on Google Plus
Negozio
  • negozio online

Set dei film

Altri films »


Citazioni
"Fallacia alia aliam trudit"
(Terenzio - Andria IV, 4, 39-40)
"Un inganno tira l'altro"
"In magnis et voluisse sat est"
(Properzio - Elegie II,10,6)
"Nelle cose grandi anche l'aver voluto è sufficiente"
"Difficiles nugae"
(Marziale - Epigrammi II, 86)
"Cretinate difficili"

Continua »






Novità
  • Il giardino degli aranci

    Gea, la madre terra aveva donato a Zeus ed Era un meraviglioso giardino dove nascevano frutti dorati e ne aveva affidato la custodia alle Esperidi che in quel giardino conosciuto con il loro nome coltivavano le arance. Un giardino ugualmente bello dove crescono i frutti colore dell'oro si trova sull'Aventino e dalla sua terrazza si vede scorrere il Tevere e la vita nella città eterna ...

    Continua »


  • Via delle Convertite

    Nella Roma del XVI-XVII secolo il numero delle prostitute era ben superiore a quello delle monache, era una città dove la popolazione maschile corrispondeva al 60% del totale, per lo più ecclesiastici, mercanti, diplomatici ma anche una numerosa e multicolore folla di artisti ed artigiani, ma anche servi, a disposizione della Curia e di quanti vi erano coinvolti. Questa città di uomini attraeva le donne dalle altre città della penisola per esercitare una professione molto richiesta, il meretricio. Esistevano oltre 2000 case in cui avvenivano gli incontri dell'amore venale e si calcola che oltre il 20% della popolazione femminile avrebbe vissuto di commercio amoroso, ovvero il 10% della popolazione di Roma ...

    Continua »


  • Le oblate di S. Sisto Vecchio

    Nel IV secolo Papa Anastasio I riconobbe come luogo di devozione e culto il titulus Crescentinae che si era costituito dopo la donazione, di una non meglio identificata Crescentina, di alcuni ambienti del precedente Balneum Mamertinus. La riprova di questo si trova nel Liber Pontificalis dove, nel racconto della vita di Anastasio I ( 399-401), si legge Fecit autem et basilicam, quae dicitur Crescentiana, in regione II, via Mamurtini in Urbe Roma. L'indicazione topografica consente di risalire senza alcun dubbio al Vicus Mamertinus dove si apriva il Balneum Mamertini proprietà di Marco Petronio Mamertino prefetto del pretorio dal139 al 143; in questo sito si trova oggi la basilica di S. Sisto e dove sotto si rinvenne una precedente basilica che è sicuramente la Basilica Crescentiana ...

    Continua »


  • Tempio di Vespasiano e Tito

    Quando Vespasiano morì nel 79 d.C., suo figlio Tito molto pragmatico e dotato di lungimiranza politica volle rendere chiaro al popolo di Roma che una nuova dinastia aveva nelle sue mani il destino di Roma. Titò emulò Ottaviano; come il princeps aveva voluto costruire un tempio dove i romani potevano onorare Giulio Cesare l'iniziatore della dinastia, così lui volle edificare un tempio al fondatore della dinastia Flavia, suo padre. Il Senato aveva decretato la natura divina di Vespasiano con il senato consultus e nel 79 d.C. Tito iniziò la costruzione del tempio dedicato al Divo Vespasiano ...

    Continua »


  • Le spolie di Roma

    Nell’ultimo periodo dell’età imperiale e poi per tutta l’età medievale fu una pratica largamente diffusa il reimpiego di materiali ed intere parti di edifici antichi in nuove costruzioni. Il fenomeno ebbe originariamente motivazioni legate ad una diversa disponibilità sia dei materiali che delle competenze artistiche per la realizzazione delle opere, ma già alla fine del Medioevo e nel primo Rinascimento, almeno in Europa, divenne una scelta artistica di rinnovato apprezzamento per l’arte antica che si considerava espressione di un’estetica pura e quindi classica ...

    Continua »


  • I più letti
  • Clavus Annalis

    Il clavus annalis era una cerimonia annuale ed abitudinaria che consisteva nell’infiggere un “clavus”, chiodo, nel lato destro del Tempio di Giove Ottimo Massimo, ed avveniva alle Idi di settembre - 13 settembre - giorno in cui si festeggiava la consacrazione del tempio di Giove Ottimo Massimo. Secondo quanto riporta Livio la cerimonia aveva radici etrusche, in tempi molto remoti quando ancora non c’era la scrittura ed i chiodi infissi consentivano il conteggio degli anni ...

    Continua »


  • Ludus Dacicus

    Nelle campagne militari condotte da Roma a partire dal I sec. a.C.. per la salvaguardia del confini nord-orientali le legioni romane si confrontarono con i Daci, nome con il quale si indicavano le popolazioni stanziate a nord del basso e medio corso del Danubio che in realtà avevano assorbito l'antica popolazione dei Geti e assimilato anche gli Iazigi, i Buri. i Sarmati e per ultimi i Bastarni, una popolazione quindi mista con origini celtiche, germaniche e sarmate ...

    Continua »


  • Anastilosi della Basilica Ulpia

    La Basilica Ulpia fu inaugurata nel 112 d.C da Traiano ed era il luogo dove si svolgevano le attività giudiziarie; era un edificio alto quaranta metri e aveva due soli piani: al piano terra si svolgevano i processi mentre al piano superiore si affollava il pubblico per assistervi. La Basilica come tutto il Foro di Traiano fu progettato dall'architetto Apollodoro di Damasco, le sue dimensioni ne fanno la più grande basilica mai costruita a Roma ...

    Continua »


  • La Roma repubblicana di Napoleone

    Prima che il suo sogno di grandezza avesse le fattezze dell’Impero, Napoleone voleva che Roma divenisse città francese seconda solo a Parigi; la città fu occupata dalle truppe napoleoniche nel febbraio del 1798 e subito vi fu proclamata la Repubblica Romana. Nelle intenzioni di Napoleone Roma e l'ex Stato Pontificio dovevano costituire una repubblica sorella di quella francese ...

    Continua »


  • La Rotonda sul mare di Ostia

    Fu realizzata nel 1925 dall’architetto Giovan Battista Milani, era forse la più grande d’Italia. Erano una decina le rotonde in Italia, quella in stile Liberty della spiaggia di Mondello a Palermo, quella progettata nel 1782 da Vanvitelli una costruzione a palafitta a Monte di Procida su Lago di Fusaro, quella di Chiavare realizzata negli anni ’30 sulla scogliera, quella di San Benedetto del Tronto e quella più recente di Rimini realizzata negli anni ’60 ma che ormai è sulla spiaggia anziché nel mare...

    Continua »


  • La cappella di Reginald Pole

    Reginal Pole fu un importante e singolare figura di prelato e politico che poteva diventare Papa e cambiare la storia della Chiesa Cristiana e, forse, dell’Occidente. Il Cardinale soggiornò a a lungo in Italia ed a Roma fu Diacono anche di Santa Maria in Cosmedin, ma soprattutto tentò di riportare la Chiesa d'Inghilterra nell'orbita del papato; con la protezione della regina Maria fu l'ultimo arcivescovo cattolico di Canterbury ... [APPROFONDIMENTO]

    Continua »


  • Antium, eccellenza medica dell’antica Roma

    Nella Roma dell’età del ferro già si praticava la medicina, la città aveva mutuato le conoscenze dagli etruschi che già avevano una buona conoscenza del ...

    Continua »


  • Mito e leggenda di Eracle (Ercole) e Caco

    Il mito di Ercole e Caco esprime il progressivo inserimento della cultura ellenistica sulle primordiali culture italiche: Eracle è il semidio ...

    Continua »


  • Ortensia, donna avvocato dell’antica Roma

    Alla donna romana non erano riconosciuti diritti, sin dall’emblematico episodio del Ratto delle Sabine doveva sottostare alla tutela di un uomo, prima il padre e quando sposata il marito; le sole a cui era riconosciuta, in una legge delle XII Tavole, una certa indipendenza erano le Vestali ...

    Continua »


  • Il Colosseo e la profezia della fine del mondo

    Nell'VIII secolo in un monastero benedettino nel Sunderland il monaco Beda il Venerabile - poi Dottore della Chiesa cattolica - oltre a scrivere libri ...

    Continua »


Iscriviti alla nostra Newsletter!