Login      FOLLOW US ON follow on Facebook follow on Twitter follow on Pinterest follow on Tumblr follow on Google Plus
Focus
  • Livia Drusilla, moglie di Augusto

    La vita di Livia non si è svolta all’ombra di Augusto ma in una dimensione parallela; tanti sono gli episodi contrastanti che ne danno un’immagine di donna altera e distante, intelligente ed indipendente, madre disaffettiva eppure educatrice di uno stuolo di nipoti, protettrice dei parenti e nemica acerrima di chi ostacolava i suoi progetti di potere ...

    Continua »


  • Le ornatrici e le chiome delle imperatrici

    Quando una fanciulla romana si sposava tutto quanto la riguardava doveva cambiare, soprattutto il suo aspetto esteriore doveva chiaramente indicare che era ormai una matrona e se i vestiti venivano completati dalla palla i suoi capelli non potevano più essere tenuti sciolti ma andavano raccolti sulla testa e coperti; almeno fu così durante il periodo repubblicano dove le donne sposate di tutte le classi sociali portavano i capelli raccolti semplicemente sulla nuca. Tutto cambiò quando l'opulenza seguita alle conquiste territoriali divenne sinonimo di potere dell'aristocrazia ma anche della classe mercantile: i capelli cominciarono ad essere acconciati secondo stili sempre più complessi e le ricche matrone avevano necessità di chi provvedesse giornalmente alla realizzazione di queste effimere creazioni artistiche, nella domus non poteva mancare una ornatrix ...

    Continua »


  • Curia Julia

    Sin dall'età arcaica si usava il termine curia per indicare il luogo dove avvenivano le riunioni, significato a cui rimandano le due più accreditate analisi etimologiche del termine; la prima riconosce una radice etrusca ku-sku che indica casa dove si riuniscono i capi di una comunità (Cute), mentre la seconda dal latino arcaico co-viria indica riunione di uomini forti, di guerrieri. La radice etrusca KU d'altra parte fornisce anche una possibilità interpretativa se collegata al greco kuros, forza, da cui Kurios, potente signore, guerriero , che ripropone l'idea di assemblea di guerrieri e Curites → Quiriti sono i componenti dell'assemblea. L'una e l'altra origine del nome sembrano comunque accettabili considerando la struttura sociale e politica della Roma arcaica ...

    Continua »


  • Domus Augusti la casa di Augusto

    Ottaviano scelse di stabilire la sua residenza di princeps inter pares sul Palatino, semplicemente perché aveva sempre abitato sul colle ...

    Continua »


  • Tempio di Vesta

    Al culto della Dea protettrice del fuoco domestico fu dedicato sin dai tempi arcaici un tempio posto su lato sud-est del Foro Romano. Al suo interno era custodito il fuoco sacro, affidato alla cura di sei vestali che dovevano vegliarlo affinché non si spegnesse mai ...

    Continua »


  • I più letti del mese
  • 10 cose che non sapevi su Giulio Cesare

    Perdeva spesso conoscenza, come durante la battaglia di Tapso Giulio Cesare svenne e dovette essere portato lontano dal campo di battaglia. Gli antichi attribuivano la causa al morbo sacro, l'epilessia, di recente analisti e medici hanno avanzato l'ipotesi che si trattasse invece di leggeri ictus dovuti a problemi circolatori (ischemie?) che potrebbero aver provocato micro lesioni al cervello, cosa questa che spiegherebbe anche i comportamenti non troppo equilibrati che il dittatore andava assumendo negli ultimi tempi di vita ...

    Continua »


  • Il Colosseo e la profezia della fine del mondo

    Nell'VIII secolo in un monastero benedettino nel Sunderland il monaco Beda il Venerabile - poi Dottore della Chiesa cattolica - oltre a scrivere libri ...

    Continua »


  • Tabernae deversoriae

    Uno dei significati di taberna deversoria era “locanda”; con questo nome la indica Varrone nel suo De Re Rustica, ovvero come una taberna che si trovava lungo le strade che collegavano città e piccoli centri abitati e che veniva realizzata da un dominus fondi come attività da affiancare a quella agricola e che consisteva nell'offrire ai viaggiatori un luogo di sosta dove poter mangiare ...

    Continua »


  • Righetto e Sgrullarella, eroi della Repubblica Romana

    In ogni storia della Roma papalina si muove un personaggio irriverente e salace che è il popolo romano ed in ogni avvenimento ci sono popolani che hanno ...

    Continua »


  • Calpurnia, moglie di Cesare

    Sedici anni, tanti ne aveva Calpurnia, figlia del potentissimo Calpurnio Pisone, quando il padre si accordò per darla in moglie a Giulio Cesare. Fu ...

    Continua »


  • 800 AD - Incoronazione di Carlo Magno

    La notte di Natale dell’ 800 d.C., a Roma nacque il Sacro Romano Impero quando, in San Pietro, Papa Leone III incoronò Carlo Magno dicendo ...

    Continua »


  • Formule magiche per guarire

    Le malattie più comuni venivano curate dal pater familias con terapie che consistevano nell’applicazione di elementari norme igieniche, in alcuni ...

    Continua »


  • Lapis scandali : La pietra dello scandalo

    C’era una pietra di fronte alla Porta maggiore del Campidoglio sulla quale era raffigurato un leone e dove andavano a sedersi quelli che avevano ...

    Continua »


  • Naumachie, battaglie e giochi d’acqua

    La naumachia è la battaglia d'acqua, in origine con questo termine era indicato proprio lo scontro avvenuto in acqua, poi passò ad indicare la ricostruzione delle più famose battaglie navali ed infine il nome fu mutuato anche dalle strutture, fisse o mobili, dove l'evento si svolgeva ...

    Continua »


  • Lo scandalo dei baccanali del 186

    Una delle più importanti iscrizioni di età repubblicana che siano state ritrovate è il Senatusconsultum de bachanalibus, scoperto nel XVII secolo nel territorio di Bruttium (odierna Calabria), è un editto emesso dai consoli dell’anno che recepirono le regole indicate come opportune dal Senato di Roma e così dalle Idi di ottobre del 186 a.C. furono vietati i riti orgiastici nei Bacchanalia ...

    Continua »


Iscriviti alla nostra Newsletter!