Login      FOLLOW US ON follow on Facebook follow on Twitter follow on Pinterest follow on Tumblr follow on Google Plus

Claudius: Nomen Omen


Arrivare al successo tardi è qualcosa che accade raramente, nell'antichità era quasi impossibile se avevi malformazioni o invalidità, ma la storia ci consegna un esempio di come anche se improbabile questo sia successo in Tiberio Claudio Cesare Augusto Germanico, nato Tiberio Claudio Druso passato alla storia semplicemente come l'imperatore Claudio.
Il suo nome in lingua latina significa zoppo e mai fu più vera la locuzione latina Nomen omen "il nome è un presagio". Secondo figlio di Antonia e Druso nacque con una malformazione che lo faceva zoppicare, probabilmente dovuta a problemi alla nascita.
Quarto Imperatore di Roma, Claudio fu il primo Augusto a non essere nato in Italia, nacque a Lugdunum (odierna Lione) il 1 agosto del 10 AC. Di lui gli storici hanno opinioni contrastanti: alcuni lo considerano un fallimento come imperatore, altri come un uomo dalle brillanti intuizioni, di sicuro c'è che la sua famiglia non aveva una grande opinione di lui.

Anche se nipote di Augusto, era figlio di Antonia Minore (figlia di Marco Antonio e di Ottavia ,sorella di augusto) e di Druso Maggiore; Claudio non trasse mai nessun beneficio dalla sua posizione, anzi sua madre Antonia lo definiva "un essere che la natura aveva lasciato incompiuto" ed era sua abitudine usare il giovane Claudio come paragone negativo con frasi tipo "è più stupido di mio figlio Claudio". Le reali motivazioni dietro queste frasi non sono ancora certe, si sa però che Claudio soffri di diverse malattie in giovane età, che lo segnarono profondamente sia nel fisico sia, molto probabilmente, nello spirito; ma queste mancanze consentirono al futuro imperatore di poter dedicare buona parte della sua vita agli studi, arrivando anche a scrivere trattati storici sugli Etruschi e su Cartagine, analizzando a fondo il sistema legale romano e realizzando una difesa di Cicerone nonchè trattati minori sull'origine dell'alfabeto e anche sul gioco dei dadi, purtroppo tutte queste opere sono andate perdute.
Eppure quest'uomo disprezzato da tutti, allontanato da Augusto e deriso dai familiari divenne imperatore; il modo stesso in cui salì al potere è singolare; sembra infatti che quando Caligola fu ucciso si vennero a creare una serie di circostanze a lui favorevoli, in primis bisogna dire che il senato non fece nessuna mossa concreta e determinata per restaurare la Repubblica, cosa che consentì ai pretoriani di agire. Saranno proprio i pretoriani infatti a investire Claudio dell'impero. Quando essi trovarono Claudio - si era nascosto dietro una tenda per timore di venire ucciso come Caligola - lo riconobbero come erede dell'imperatore, poiché ultimo discendente diretto di Cesare, e lo portarono al sicuro nel loro accampamento per la notte.
E qui ci fù il primo atto di Claudio come imperatore: promise 15.000 sesterzi ciascuno ai pretoriani se gli giuravano fedeltà, immediatamente tutti si affrettarono a prestare giuramento. Claudio adesso poteva contare su un solido appoggio da parte dei militari e su un consenso popolare in rapido aumento, non gli restava che confrontarsi col senato il quale era ormai pienamente consapevole di aver perso la propria occasione e legittimò il titolo di Imperatore.
La prima vera azione da imperatore di Claudio fu la condanna a morte dei partecipanti alla congiura contro Caligola e, anche per affermare la sua supremazia sul senato, impedire la damnatio memoriae del precedente imperatore ...



Per leggere tutto l'articolo iscriviti!



di M.L. ©RIPRODUZIONE RISERVATA (Ed 1.0 - 01/04/2015)